STRABISMO ROMA EUR

Lo strabismo è un disallineamento degli occhi. La maggior parte di noi è fortunata perché i nostri occhi hanno iniziato a lavorare in sintonia molto presto dalla prima infanzia e da allora continuano a lavorare paralleli. Siamo in grado di focalizzare ogni occhio su qualunque cosa guardiamo, indipendentemente dalla direzione, e il nostro cervello rielabora l’immagine di ciascun occhio nella percezione mentale che ci permette di vedere in tre dimensioni (3D). Tuttavia, per circa il 2{f41b8f6fb753ffddef9325fd3a43d0beafc65648567813d504441f6babbdd7fd} dei bambini, entrambi gli occhi non sono diretti o focalizzati sullo stesso oggetto e gli occhi non hanno una direzione parallela.

Il bambino con strabismo si lamenta raramente. Nella maggior parte dei casi, è l’aspetto dell’occhio che attira per primo l’attenzione del genitore. Un bambino dovrebbe essere esaminato da un oculista ogni volta che gli occhi sembrano disallineati.

Esistono tre tipi base di strabismo: esotropia, esotropia e ipertropia, a seconda della direzione in cui gli occhi sono deviati.

Esotropia gli occhi sono deviati all’interno

Exotropia gli occhi sono deviati all’esterno

Ipertropia gli occhi sono deviati in alto od in basso

Strabismo negli adulti
Sebbene lo strabismo sia molto più comune nei bambini, molti adulti hanno lo strabismo, fin dall’infanzia o sviluppato nella vita adulta.

Trattamento
Il trattamento dello strabismo può comportare bendaggio, occhiali, chirurgia o una combinazione di queste terapie. La chirurgia è una procedura delicata eseguita sui muscoli che si attaccano all’esterno del bulbo oculare. Ci sono sei muscoli attaccati a ciascun bulbo oculare che dirigono i suoi movimenti.

La chirurgia dei muscoli oculari consiste nell’indebolire o rafforzare uno o più di questi muscoli in uno o entrambi gli occhi, a seconda del tipo di strabismo. Questa procedura viene eseguita con il bambino addormentato in anestesia generale. Di solito, il bambino viene in ospedale la mattina dell’intervento e viene dimesso lo stesso giorno, diverse ore dopo l’intervento. Una volta che il bambino lascia l’ospedale, il disagio è minimo. Nella maggior parte dei casi, lui o lei può tornare alle normali attività a casa in pochi giorni. Tuttavia, va notato che a volte è necessario più di un intervento chirurgico.

Prenota la tua visita Oculistica con:
Oculista Roma Eur – Dott. Andrea Sciscio Primario Chirurgo

Views: 28